Valutazione

La valutazione è la fase dell’indagine, quell’insieme di pratiche, metodi e strumenti che lo psicologo mette in atto ed utilizza nella definizione della situazione puntuale della persona che richiede aiuto. Ovverosia una “fotografia”, ma sarebbe più corretto dire un “ritratto” della persona che illustra, certamente il problema che la porta a richiedere aiuto, ma anche le risorse che la persona stessa possiede per arrivare ad affrontare in maniera efficace e superare, il problema stesso. La valutazione è quindi il necessario punto di partenza del percorso di sostegno che il tecnico avvia insieme a chi richiede il suo aiuto.

Il processo di valutazione può prevedere l’impiego di strumenti di diversa natura e diversa complessità come il colloquio clinico, ben lontano dall’essere strumento banale e di semplice utilizzo o prove più o meno strutturate (test, interviste), cioè richieste predefinite studiate e presentate in modo da misurare specifiche caratteristiche della persona.

E’ importante che la valutazione non sia un momento unico durante il percorso di sostegno, la verifica costante dei risultati ottenuti è fondamentale per garantire un aiuto efficace espresso tramite la valorizzazione dei risultati raggiunti dalla persona che richiede aiuto INSIEME al tecnico e permettere di concludere il percorso di sostegno in tempi ragionevoli.

Sottolineo che se la fase di accoglienza e di valutazione hanno termini identificabili, lo stesso non può dirsi per il percorso di sostegno.