Analisi dei bisogni formativi

L’analisi dei bisogni formativi è quel processo strutturato volto ad individuare eventuali carenze più o meno espresse, aree passibili di miglioramento, cause di disagio o disservizio, sprechi in termini economici e di capacità operativa, elementi che possono pregiudicare il genuino sviluppo della capacità umana, sia in termini esecutivi che relazionali; allo stesso tempo è quel processo volto ad individuare aree di forza sulle quali e tramite le quali intervenire in modo che queste possano assumere forma di possibilità e leva del potenziamento, della migliore proposizione dell’impegno del capitale umano e l’utilizzo di quello economico e strumentale.

L’analisi dei bisogni presenta anche il valore di rilevare il sistema di motivazioni, aspettative, desideri e orientamenti la cui conoscenza può essere usata per reimpostare nella direzione più consona alla maggiore funzionalità e senso di ben essere dei lavoratori il sistema tecnico relazionale che regge e governa l’intero assetto, l’intero contesto aziendale.

Per questa ragione è fondamentale l’ascolto della committenza, come fondamentale è l’ascolto di chi poi parteciperà fattivamente del piano formativo, in un’ottica di analisi della domanda che; non sempre coincide con la reale necessità misurata dal tecnico competente, quindi che se recepita in maniera acritica, con il solo scopo di ottenere l’incarico, rischia seriamente di pregiudicare la proposizione di una risosta valida alla risoluzione del reale bisogno.